mar 27, 2014 - Sigaretta elettronica    No Comments

4 marchi, quale migliore sigaretta elettronica?

Da un po’ di tempo, un numero sempre maggiore di persone che fumano ha reputato opportuno di darsi alla sigaretta elettronica per evitare di compromettere ulteriormente i loro polmoni e scoprire in ugual modo una soluzione più economica alla loro esigenza di fumare.
In commercio esistono svariate marche, di questo dispositivo per cui nasce con naturalezza un interrogativo: quale è la migliore sigaretta elettronica disponibile? Dicono che i prodotti maggiormente frequenti sono la Cigees,  la RedCig e la E-Lites. Seguiamone assieme le prerogative ed i pro di tutte.

Sigaretta Elettronica

Dopo l’inserimento in commercio della prima sigaretta elettronica, innumerevoli persone che fumano hanno richiesto di fare una prova e direttamente il recente prodotto è divenuto un boom. È oramai diffusissima, soprattutto in Gran Bretagna, ed è considerata parecchio celebre tra i giovani.
Chi ha potuto provare svariate sigarette elettroniche, è arrivato alla conclusione che la RedCig di certo è la preferibile per una lista di ragioni. Uno fra questi di certo è senz’altro per via del fatto che questo brand ha previsto di offrire al consumatore affezionato e al potenziale cliente, una gamma di risposte differenti a seconda delle esigenze. Per le persone i quali dimostrano coinvolgimento e desiderio di conoscere ma in ugual modo un noto scetticismo nei confronti di quella che si mostra come un indesiderato surrogato dell’amata sigaretta tradizionale, è stato offerto un kit per fare una prima esperienza, conosciuto come appunto Red Starter Kit, ad un costo vantaggioso in modo che, nel caso che non si resti soddisfatti, neppure si è rimessa una cifra troppo importante. Per i fumatori elettronici appassionati, è stato proposto il kit Ultimate con tutto ciò che serve per fumare per lungo tempo senza dover pensare molte volte alla ricarica. In aggiunta di questi, si trovano altri vantaggi per la sigaretta RedCig. I prezzi sembrano ridotti, esistono frequentemente sconti e offerte e le cartucce si trovano ai gusti più particolari.
La immediata rivale della RedCig, il marchio che le contende la palma della vittoria, sicuramente è senza alcun dubbio la sigaretta Cigees. Alla stessa modalità della RedCig, neppure ha all’interno tabacco. Questo vuol dire che, se l’impedimento di fumare si applica al fumo da tabacco, la sigaretta elettronica viene fumata in ogni luogo in assenza di disturbi. La Cigees dicono sia la più richiesta dalle persone di sesso femminile. Propria è appunto l’esclusivo imballaggio per il gentil sesso dal nome Femme Luxury & Cartomizers. Sono un paio di vari kit piuttosto aggraziati i quali hanno conseguito i consensi di un numero elevato di ragazze attratte dal prezzo vantaggioso e dall’eleganza delle confezioni. Oltre a queste proposte, ce ne sono tante altre adatte alle necessità di tutto il suo immenso popolo di consumatori. Sembra esserci il kit per i principianti e quello per gli ‘aficionados‘, il kit di ricarica e quello regalo, il prestigioso Break Free Superkit, con la propria raffinata custodia che sembra in pelle. Numerosi gli aromi da assaporare: c’è il gusto tabacco, il mentolo, la nicotina e altri ancora. Le Sigarette Cigees non hanno all’interno tabacco ma glicerina vegetale e nonostante tutto, assicurano in egual misura una grossa soddisfazione al cliente il quale può avvertire le identiche emozioni che gli dava la sigaretta cartacea.
Tutte le marche condividono il fatto che offrono un grosso risparmio di denaro sulle sigarette standard, che si aggira intorno all’ 80 percento e sono una alternativa certamente più positiva. Sono dotate di kit di ricarica, di cartucce multigusto e di caricabatterie USB. Oltre a rappresentare una differente possibilità rispetto al fumare classico, le sigarette elettroniche RedCig e Cigees, sembrano il primo passo che dà la possibilità a tanti di mettersi in cammino nei confronti di una lenta riduzione di sigarette e al risolutivo distacco dal fumo.

Qui anche il link di un bel video!

mar 27, 2014 - Sigaretta elettronica    No Comments

Parlare di sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica è una assoluta rivoluzione nel mondo del fumo. Non appena è stata immessa in vendita, in tanti hanno creduto che potesse concretizzarsi in un insuccesso invece gli esiti sono andati molto al di là delle speranze e la sigaretta elettronica ha raccolto celermente un rialzo di vendite e inoltre sicuramente è diventata approssimativamente un cult.

Tuttavia in quale modo lavora la così chiamata sigaretta elettronica? Consiste di vari pezzi. Eccetto l’ involto principale, include la batteria, un filamento che emette calore che viene chiamato atomizzatore, il bocchino e la cartuccia che include la nicotina ed altri composti in aggiunta. Nella struttura ci sono delle variazioni dal momento che talune sembrano nettamente identiche ad una sigaretta con filtro, altre hanno la forma di una stilografica, altre richiamano la pipa o il sigaro. Queste qualità sembrano assai importanti poiché assicurano a chi fuma la convinzione che stia fumando quello che era abituato a fumare prima di optare per la sigaretta elettronica. Nientemeno, al fine di mostrare una finta combustione, certe sigarette sono munite di un led incandescente rosso che le fanno sembrare simili completamente alle sigarette che conosciamo. Le cartucce posso essere cambiate e inoltre persino le batterie sembrano ricaricabili in modo tale che l’utilizzatore non debba riacquistare tutto il kit. Non appena è aspirata, la sigaretta elettronica, per mezzo di un determinato sensore, riscontra la variazione della pressione ed è in quell’istante che si inserisce l’elemento riscaldante il quale, sostenuto dalla batteria, vaporizza la nicotina dando luogo a un autentico effetto fumo il quale appaga oltremodo l’utilizzatore. In verità, chi inala sta solamente soffiando vapore. Dal momento che non c’è combustione, non vengono inalate sostanze nocive come catrame e monossido di carbonio.

Ovviamente, come tutti i prodotti, anche questa rivoluzionaria sigaretta, è stata venduta da diversi brand di cui i più famosi sono senz’altro RedCig, Cigees, Ciggys ed E-Lites (numero 1 in UK).

  1. Chi ha provato più di una sigaretta elettronica, è convinto che la RedCig sia eccezionale in quanto consta di varie versioni. Per i più circospetti e gli affezionati della sigaretta classica, questa azienda ha proposto lo starter kit il quale mediante una spesa realmente bassa, consente ai più diffidenti di esperimentare la sigaretta elettronica per considerare l’opportunità di lasciare quella tradizionale. In aggiunta, per coloro che si sono già convertiti, ha previsto vari kit: oltre al kit completo troviamo anche il kit Deluxe ed il kit Ultimate. La differenza sta nella quantità di cartucce inclusi nel kit. In aggiunta, le cartucce sono a disposizione in vari sapori e inoltre i caricatori sono reperibili in un paio versioni ossia quella da parete e quella con portaUSB, questa realmente indispensabile e adattabile.
    Ordina  la sigaretta elettronica RedCig
  2. La sigaretta elettronica Cigees, è considerata un marchio inglese nato nello Yorkshire. Da questo luogo si è distribuito an an espansione rapida e oggidì invia sigarette elettroniche in tutta La regione europea. La propria proprietà particolare è che non è infiammabile e neppure ha all’interno tabacco. Le cartucce, ricaricabili, non sono reimpiegabili e sono di vari gusti inclusa la nicotina. A differenza delle altre sigarette elettroniche la Cigees, contiene glicerina vegetale e non tabacco. Questo porta ad un incredibile vantaggio: dato che il divieto di fumare è applicato al tabacco, questa sigaretta può essere “svapata” ovunque senza limitazioni. Il Cigees Break Free Superkit garantisce una scorta pari a 200 sigarette. RedCig e Cigees sono tra le migliori sigarette elettroniche in commercio.
    Ordina  la sigaretta elettronica Cigees

Tutti i brand disponibili:

RedCig | Cigees | E-Lites | Ciggys

mar 27, 2014 - Sigaretta elettronica    No Comments

Le sigarette elettroniche oggi

I milioni di fumatori presenti ovunque da qualche anno sono in grado di contare, per smettere di fumare o comunque ridurre nettamente il quantitativo delle sigarette, sulla collaborazione di uno strumento rivoluzionario: le sigarette elettroniche. Nonostante il brevetto sia ancora riferito al periodo del 2003, la distribuzione di sigarette elettroniche ha ottenuto notevole successo soltanto da poco tempo. A questo punto le persone sanno che la tipica sigaretta, preparata per mezzo di molteplici sostanze chimiche tossiche, provoca vari tipi di tumori e altre dure patologie. Smettere di fumare non è facile in quanto, col passare del tempo, si diventa schiavi dalla nicotina ma in specie dalla gestualità del rito. Le sigarette elettroniche contengono invece glicerina vegetale, glicole propilenico, acqua, aromi e esili quantità di nicotina, che in ogni caso è facoltativa. Naturalmente, chi assume la decisione di affidarsi alle sigarette elettroniche, non è subito in grado di rinunciare alla nicotina per cui, l’ottimo sarebbe piuttosto partire con le sigarette elettroniche che ne tengono una misura media per approdare, un poco alla volta all’acquisto di sigarette elettroniche sprovviste di nicotina.

Il meccanismo interno delle sigarette elettroniche è banale. La batteria, che puoi mettere in carica per mezzo di un adattatore alle prese di corrente standard o mediante un personal computer e inoltre in questa circostanza può rendersi utile una chiave USB, riceve un impulso nel serbatoio, all’interno del quale si viene a trovare il liquido da svapare. Dentro al serbatoio si può trovare una resistenza, resa molto calda dall’impulso ricevuto, la quale modifica il liquido in miscela gassosa a disposizione per l’inalazione. Come già scritto le sigarette elettroniche garantiscono un grande risparmio di denaro per cui vengono demonizzate, forse dalle multinazionali, e quasi non si è in grado di capire che i benefici che ne conseguono sono di grande importanza.

Ovviamente le sigarette elettroniche dovrebbero essere garantite (marchio CE), prima di tutto per evitarne proprio la falsificazione e promuovere così un prodotto sicuro che tuteli il cliente. Nel mercato ci sono vari tipi di sigarette elettroniche tuttavia i componenti sono gli stessi per tutte le forme. Nella penisola italiana, come in tutto il mondo, sono comparse numerose commissioni le quali attivano studi scientifici sulla concreta salubrità e utilità di questo dispositivo: sono stati segnalati innumerevoli casi di persone che fumano le quali hanno assunto la decisione di smettere di fumare o abbassato in modo netto la misura di sigarette nel corso di un giorno, per cui vale realmente la pena cercare informazioni e farsi vicini alle sigarette elettroniche privi di preconcetti ma consci di potersi togliere questo capriccio piuttosto costoso.

Certi studiosi, di famose università americane, affermano che impiegare le sigarette elettroniche consenta di risolvere pure il fastidio del fumo passivo. Di certo sappiamo che in qualsiasi Paese, a seconda delle norme vigenti, questa novità è stata ricevuta in maniera positiva. Trovare le sigarette elettroniche è oltremodo facile, basta andare nelle farmacie, tabaccherie, centri specializzati oppure scoprire un sito internet di buona qualità (puoi ad esempio far click qui).
Senz’altro le discussioni andranno avanti e, come per ogni novità, si troveranno pensieri a favore o contro, tuttavia fino a questo punto nessuno potrebbe attestare che le sigarette elettroniche siano dannose o inutili (al contrario delle sigarette che conosciamo) per la salute delle persone che fumano e della gente che gli stanno in prossimità.